Seleziona una pagina

IL TURISMO RIPARTE

In Italia il Bonus Vacanza 2020 messo in atto nel Decreto Rilancio è una misura studiata dal Governo Italiano per cercare di centrare un duplice obiettivo.

Il primo obiettivo è quello di rilanciare un settore, quello del comparto del Turismo, messo in gravissima difficoltà dall’emergenza Coronavirus ed il secondo è quello di dare sostegno tangibile alle famiglie che potrebbero essere in difficoltà nello spendere soldi per le vacanze.

Il Bonus Vacanza dovrebbe incentivare gli italiani a sfruttarlo (è un’occasione unica) e si spera di creare una sorta di effetto volano su tutta la filiera.

BONUS VACANZA DI COSA SI TRATTA
Il Bonus Vacanza è una riduzione fino ad un massimo di 500 Euro per una vacanza da trascorrere in Italia. Sicuramente un modo per cercare di aiutare la rinascita del nostro meraviglioso Paese.

DOVE SI PUO’ SPENDERE IL BONUS VACANZE
Il Bonus deve essere utilizzato per il saldo di servizi offerti sul territorio nazionale dalle imprese turistico ricettive, inclusi gli agriturismo ed i bed &breakfast in possesso dei titoli prescritti dalla normativa nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.

A CHI SPETTA – REQUISITI
Il Bonus Vacanza sarà fruibile per gli italiani il cui reddito ISEE del nucleo familiare sia inferiore a 40 mila euro.
La soglia del reddito Isee comunque copre una larghissima fascia della popolazione.

IMPORTO DEL BONUS VACANZA
Se si rientra nella fascia dei redditi ISEE (sotto i 40 mila euro) ecco gli importi di cui è possibile usufruire:
500 euro per le famiglie composte da più di 2 persone;
300 euro per i nuclei familiari composti da due persone;
150 euro per i nuclei composti da una sola persona.
L’importo è utilizzabile all’80% in forma di sconto sul corrispettivo dovuto (anticipato dai Tour Operator o dalle strutture ricettive presso i quali la spesa è stata sostenuta) e per il 20% in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi 2021.

VALIDITA’ DEL BONUS VACANZA
Il Bonus Vacanza è valido dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, quindi anche oltre l’estate.

ESCLUSIONI DEL BONUS
Il Bonus Vacanza 2020 si applica esclusivamente a strutture ricettive italiane ed esclude anche ogni mezzo di trasporto. Quindi se per raggiungere per esempio la Sicilia prenderete un aereo il bonus sarà conteggiato solo sulla struttura ricettiva e non sui biglietti aerei.

MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLA VACANZA
Le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione in relazione ai servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva, da un singolo agriturismo o da un singolo bed & breakfast.

E inoltre, il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.
In pratica potete prenotare da Agenzie di Viaggio fisiche ed on-line ma non da siti di sola prenotazione alberghiera.

ESEMPIO DI UTILIZZO DEL BONUS VACANZE

Facciamo un esempio pratico: una famiglia formata da 2 adulti ed un bambino prenota una vacanza di una settimana in Sardegna. La quotazione della struttura alberghiera è di Euro 2000. Avendo diritto ad un bonus di 500 euro, con l’80% di questo importo anticipato dalla struttura ricettiva, salderà di tasca propria 1.600 euro. Sarà possibile poi recuperare i 100 euro residui, ossia il 20% di 500 euro, nella dichiarazione dei redditi 2021, scontando l’importo dalle imposte da versare per il 2020.

PER QUALSIASI DUBBIO O DOMANDA, NOI CI SIAMO!

Per qualsiasi richiesta di informazioni o prenotazioni è possibile contattarci telefonando al numero +39 393 73 80 331 o scrivendoci all’indirizzo e-mail [email protected]